IDROPULITRICI

PROFESSIONALI E SEMIPROFESSIONALI

Idropulitrici professionali e semi-professionali Comet.

La pompa è il cuore dell’idropulitrice, come azienda leader nella progettazione e costruzione di pompe per l’agricoltura e l’industria affidarsi ad un’idropulitrice Comet significa scegliere un prodotto di qualità garantita, completamente prodotto in Italia con un know-how di altissimo valore.

La pompa, infatti, porta l’acqua a pressione in modo da creare un getto abbastanza potente da disgregare e a rimuovere lo sporco. Più la pompa è performante ed affidabile più l’idropulitrice sarà preformante ed affidabile.

La gamma di idropulitrici Comet è stata progettata per soddisfare appieno ogni esigenza di pulizia ed igienizzazione sia domestica che professionale.
Ogni applicazione richiede requisiti specifici di potenza, pressione, temperatura e accessori, la nostra gamma spazia dall’utilizzo domestico a quello professionale-gravoso, assicurando per ogni impiego ottime prestazioni e una garanzia di durata ed affidabilità.

COS’È UN’IDROPULITRICE (PRESSIONE, PORTATA, TEMPERATURA, POTENZA)
IDROPULITRICI AD ACQUA FREDDA E AD ACQUA CALDA
IDROPULITRICI CON MOTORE ELETTRICO ED ENDOTERMICO
IDROPULITRICI PROFESSIONALI, SEMI-PROFESSIONALI E DOMESTICHE
APPLICAZIONI
IDROPULITRICI COMET: UNA GAMMA COMPLETA
COME FUNZIONA UN’IDROPULITRICE
ACCESSORI PER IDROPULITRICE
CARATTERISTICHE SPECIALI DELLE IDROPULITRICI COMET
CONSIGLI UTILI

IDROPULITRICI

Divisione Cleaning Comet

Blue Series

Divisione Cleaning Comet

X Series

Divisione Cleaning Comet

Red Series

Divisione Cleaning Comet

Hot Box

NEWS IDROPULITRICI

High Pressure Washer Comet

PULIRE IL GIARDINO: CON UN’IDROPULITRICE È PIÙ FACILE E VELOCE

Curare la casa e mantenerla pulita è una delle nostre priorità. Spolverare, lavare i pavimenti, sanificare cucine e bagni è molto importante per l’igiene

LAVARE L’AUTO CON UN’IDROPULITRICE: CONSIGLI E VANTAGGI

Sono sempre più le persone che si ritrovano insoddisfatte del risultato dopo aver portato a lavare l’automobile in un autolavaggio. Le comuni spazzole

Pressure washer hot cold water Comet

IDROPULITRICI AD ACQUA FREDDA O AD ACQUA CALDA: COME SCEGLIERE

Sono sempre più le persone che si ritrovano insoddisfatte del risultato dopo aver portato a lavare l’automobile in un autolavaggio. Le comuni spazzole

Cos’è un’idropulitrice, pressione, portata, temperatura e potenza

L’idropulitrice è una macchina che, grazie ad un getto d’acqua ad elevata pressione, rimuove sporco ed incrostazioni da qualsiasi superficie solida.
L’acqua proveniente da una fonte idrica (intorno ai 2 bar di pressione) viene messa in pressione (fino a 500 bar) per mezzo di una pompa a pistoni alimentata da un motore elettrico o endotermico e fuoriesce attraverso un ugello montato su una lancia, riuscendo così a disgregare e a rimuovere lo sporco presente sulla superficie da trattare.

Le quattro variabili fondamentali che caratterizzano e distinguono tra loro le idropulitrici sono:

  • Pressione
    Rappresenta la forza con cui l’acqua fuoriesce dall’ugello della lancia, ovvero la forza che l’acqua esercita sulla superficie da lavare. Si misura comunemente in bar.
    Occorre distinguere tra: pressione massima (P max) che è la pressione massima alla quale può essere soggetta l’idropulitrice e pressione di esercizio (P) che è la pressione effettiva di lavoro.
  • Portata
    Rappresenta la quantità d’acqua che l’idropulitrice è in grado di pompare in una determinata unità di tempo. Si misura comunemente in l/h.
    Anche qui bisogna fare una distinzione tra portata massima (Q max): la quantità d’acqua erogata dalla idropulitrice a tubo libero (cioè senza l’ugello) e portata di esercizio (Q): la quantità d’acqua erogata all’ugello della idropulitrice con la pompa alla pressione di esercizio (P).
  • Temperatura
    A seconda che l’acqua, dopo essere stata portata in pressione dalla pompa, venga o meno riscaldata da una caldaia, si distingue tra idropulitrici ad acqua fredda e idropulitrici ad acqua calda e/o vapore.
  • Potenza e tipo di motore
    La potenza del motore definisce la “taglia” dell’idropulitrice e ne identifica i relativi campi di applicazione, si esprime in HP (Horse Power) o kW.
    Per un normale uso domestico è sufficiente rimanere entro i 3,0 kW. Per usi più complessi o professionali, occorre invece spostarsi su modelli con potenze superiori (ma diventa necessaria anche una rete di corrente trifase) oppure optare per un’idropulitrice con motore endotermico (a scoppio).

Queste variabili sono tra loro collegate, di conseguenza nella selezione di un’idropulitrice occorre valutare attentamente il rapporto tra portata e pressione, in modo da trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze e applicazioni.
Allo stesso modo la potenza del motore è correlata alla pompa che deve azionare: più la pompa ha dei valori alti di portata e pressione, maggiore sarà la potenza necessaria per il motore ad essa collegato.

Scarica la Guida Comet | Idropulitrici
Scarica la Guida Comet | Idropulitiric

Idropulitrici ad acqua fredda e ad acqua calda

Come detto prima, le idropulitrici sono distinguibili principalmente in due categorie in relazione alla temperatura dell’acqua utilizzata:

  • Idropulitrici ad acqua fredda
    Sfruttano esclusivamente la pressione dell’acqua fornita dalla pompa a pistoni.
    Si possono usare con detergenti chimici e riescono a compiere la maggior parte delle operazioni di pulizia che coinvolgono la rimozione di sporco e incrostazioni.
    Le situazioni in cui possiamo utilizzare con successo un’idropulitrice ad acqua fredda sono numerose e vanno dall’ambito hobbistico e domestico a quello più industriale e professionale.
  • Idropulitrici ad acqua calda/vapore
    Sono provviste di una caldaia che, tramite una serpentina, riscalda l’acqua in uscita dalla pompa a pistoni. Vengono utilizzate per rimuovere grasso e olio derivanti da idrocarburi o da composti di origine vegetale e animale, in quanto, l’alta temperatura favorisce lo scioglimento dello sporco di tipo oleoso.
    Le idropulitrici ad acqua calda sono impiegate in svariati settori quali ad esempio l’agrotecnico, l’alimentare, l’industriale e costituiscono un’ottima soluzione per la pulizia di macchinari, di macchine utensili, di motori e mezzi di trasporto. Sono anche un eccellente mezzo per l‘igienizzazione di cose ed ambienti.

Tutte le idropulitrici, siano esse ad acqua fredda o ad acqua calda, riescono sostanzialmente ad ottenere lo stesso tipo di risultato, ossia la pulizia di una superficie.
Ma allora, quando scegliere un’idropulitrice ad acqua calda e quando una ad acqua fredda?
Fondamentalmente a distinguerle è la modalità con cui questo risultato viene ottenuto:

  • Il calore aumenta la velocità molecolare degli agenti pulenti che penetrano così più facilmente le particelle di sporco
  • L’ agitazione molecolare assolve alla stessa funzione del calore sfruttando però la pressione dell’acqua che colpisce le superfici
  • Il detergente rompe i legami chimici che si sono venuti a creare tra lo sporco e le superfici e, attraverso dei reagenti, emulsiona olio e grasso consentendone il legame con l’acqua

È chiaro quindi che, a parità di risultati, una macchina ad acqua calda avrà bisogno di una quantità minore di detergente e/o di pressione in quanto il calore assumerà un’importanza rilevante nell’attivare il legame molecolare tra le particelle.
Inoltre, se usiamo l’acqua fredda per rimuovere una macchia di unto il risultato sarà principalmente quello di creare moltissime micro-particelle idrogenate che, come una cera, si disperderanno sull’intera superficie. Le idropulitrici ad acqua fredda però presentano altri vantaggi legati a minori costi e consumi energetici ridotti.

Proviamo quindi a riassumere vantaggi e svantaggi delle idropulitrici ad acqua fredda e ad acqua calda:

New call-to-action
IDROPULITRICI AD ACQUA FREDDA IDROPULITRICI AD ACQUA CALDA
VANTAGGI
VANTAGGI
Costo del prodotto più basso Tempi di lavaggio più rapidi
Necessità di una minore manutenzione Minor uso di detergenti chimici
Maggiore compattezza per l’assenza del sistema di riscaldamento Maggiore efficacia su oli e grassi
SVANTAGGI SVANTAGGI
Maggiore uso di detergenti chimici Costo del prodotto più elevato per la presenza del sistema di riscaldamento
Minore efficacia sullo sporco di tipo oleoso, con conseguente aumento dei tempi di lavoro Maggiori costi energetici per l’alimentazione della caldaia
Consumo di acqua più elevato rispetto ai modelli ad acqua calda Necessità di una manutenzione più frequente
New call-to-action

Idropulitrici con motore elettrico ed endotermico

Le idropulitrici possono essere macro-classificate anche in base al tipo di motore da cui sono alimentate:

  • Con motore elettrico
    Sono più silenziose e leggere rispetto alle idropulitrici con motore endotermico. È però ovviamente necessaria la disponibilità di un’alimentazione elettrica adeguata alla potenza del motore.
    I motori elettrici possono essere di due tipi: a spazzole destinati esclusivamente ad uso hobbistico e ad induzione magnetica, che rappresentano invece la maggior parte del mercato e sono montati su tutta la gamma Comet ad esclusione delle piccole KRM, KRS e KRX. A loro volta, i motori ad induzione si dividono in:
    Motori asincroni monofase, che utilizzano la comune tensione presente nelle abitazioni civili.
    Motori asincroni trifase, che utilizzano la tensione presente negli impianti industriali.
  • Con motore endotermico (motore a scoppio)
    Sono solitamente idropulitrici ad acqua fredda e rappresentano la soluzione ideale quando nella zona di lavoro non vi è la possibilità di allacciamento elettrico o dove quest’ultimo non raggiunge la potenza adeguata. Sono quindi adatte nei cantieri edili o stradali, nelle aziende agricole e in qualsiasi altra attività dove sia necessaria un’idropulitrice completamente autonoma e facilmente trasportabile. Possono essere alimentate a benzina o diesel.

Anche in questo caso, non c’è una soluzione migliore a prescindere, ma entrambe le categorie presentano vantaggi e svantaggi che vanno considerati al momento della scelta.

New call-to-action
IDROPULITRICI CON MOTORE ELETTRICO IDROPULITRICI CON MOTORE ENDOTERMICO
VANTAGGI
VANTAGGI
Minore rumorosità del motore Maggiore mobilità in quanto non necessita di una presa di corrente
Assenza di gas di scarico Costi di alimentazione più facilmente controllabili
SVANTAGGI
SVANTAGGI
Necessario un collegamento ad una fonte elettrica esterna Elevata rumorosità del motore
Costi di alimentazione potenzialmente meno verificabili Non utilizzabili in ambienti chiusis

AD ACQUA FREDDA

Divisione Cleaning Comet

AD ACQUA FREDDA E CALDA

Divisione Cleaning Comet

AD ACQUA CALDA

Divisione Cleaning Comet
Scarica la Guida | Pompe a membrana:  Installazione Diagnostica e Risoluzione dei Problemi

Idropulitrici professionali, semi-professionali e domestiche

La scelta di un’idropulitrice molto spesso è determinata dal tipo di lavoro che la macchina dovrà fare.
Esiste una moltitudine di modelli differenti per costi e prestazioni progettate in base alle esigenze degli utilizzatori in relazione all’ambiente, al tipo di sporco da asportare e alla tipologia di superfici da pulire.
In base ad una serie di parametri (pressione, portata, potenza motore, tensione, componenti utilizzati, etc.) possiamo distinguere principalmente cinque macrocategorie:

Idropulitrici per uso domestico

krx Comet

Idropulitrici per uso semiprofessionale

kt water cleaners Comet

Idropulitrici per uso semiprofessionale gravoso

K STEEL TS

Idropulitrici per uso professionale

km extra water cleaners Comet

Idropulitrici per uso professionale gravoso

fdx xtreme water cleaners Comet

Applicazioni

Applicazioni idropulitrici domestiche e semi-professionale

Lavaggio domestico di biciclette, moto, auto Comet

Lavaggio domestico di auto, moto e biciclette

Lavaggio e manutenzione ordinaria di piccole imbarcazioni Comet

Lavaggio e manutenzione ordinaria di piccole imbarcazioni

Pulizia di piscine Comet

Pulizia di piscine

Manutenzione, pulizia e lavaggio spazi intorno alla casa Comet

Manutenzione e lavaggio in totale autonomia degli spazi intorno alla casa

Lavaggio degli esterni della casa Comet

Lavaggio degli esterni della casa: muretti, cancellate, facciate, finestre, garage, ecc.

Pulizia, manutenzione e lavaggio di tetti e grondaie Comet

Pulizia, manutenzione e lavaggio di tetti e grondaie

Pulizia di stalle e lavaggio di attrezzature da lavoro per il settore agricolo Comet

Pulizia di stalle e lavaggio di attrezzature da lavoro per il settore agricolo

Lavaggio professionale o semiprofessionale di autoveicoli, mezzi pesanti, camion, attrezzature da lavoro Comet

Lavaggio professionale o semiprofessionale di autoveicoli, mezzi pesanti, camion, attrezzature da lavoro.

Applicazioni idropulitrici professionali:

La gamma di idropulitrici professionali Comet è stata progettata per qualsiasi tipo di esigenza con alte prestazioni ed affidabilità. Le nostre idropulitrici sono impiegate in moltissimi settori come officine e autolavaggi, cantieri navali, imprese di pulizie, industrie, ospedali, aziende agricole, trasporti, ecc.

Graffiti removal from walls and shutters Comet

Rimozione di graffiti da muri e serrande

Cleaning and maintenance of urban furniture Comet

Pulizia e manutenzione degli arredi urbani

Cleaning of sidewalks and driveways Comet

Pulizia e lavaggio di marciapiedi e vialetti

Cleaning of sewer pipes Comet

Lavaggio delle condutture fognarie

Construction sites Comet

Cantieri edili

Food industry Comet

Pulizia industria alimentare

Pulizia cantieristica navale

Pulizia settore industriale

Roadworks

Pulizia stradale

Idropulitrici Comet: una gamma completa

Le idropulitrici Comet si dividono in 3 macro-famiglie caratterizzate da un colore di riferimento:

  • il blu che identifica le idropulitrici elettriche ad acqua fredda
  • il giallo che identifica le idropulitrici con motore a scoppio (ad acqua fredda e calda)
  • il rosso che identifica le idropulitrici elettriche ad acqua calda
ACQUA FREDDA ACQUA FREDDA E CALDA ACQUA CALDA
USO DOMESTICO SEMIPROFESSIONALE BLUE SERIES COMMERCIAL RED SERIES COMMERCIAL
USO DOMESTICO SEMIPROFESSIONALE GRAVOSO BLUE SERIES STATIC
USO PROFESSIONALE KSTEEL
BLUE SERIES PROFESSIONAL

X SPECIAL COLD WATER

X SPECIAL HOT WATER

RED SERIES COMMERCIAL

Blue series commercial

Blue series commercial

Le idropulitrici della Blue Series Commercial hanno prestazioni e componentistica adatta per utilizzi domestici o semi-professionali.

I modelli KRM, KRS, KRX, KLS e KL sono consigliati per l’uso occasionale e su piccole superfici.
I modelli KL/KLS 1600 GOLD e KL/KLS 1680 GOLD PLUS possono anche essere utilizzati con sporco particolarmente ostinato e in presenza di acqua particolarmente dura, grazie alle prestazioni da fascia superiore e alla motopompa con testata in ottone.
Le idropulitrici semi-professionali KSM, KS e KT sono adatte ad un uso più frequente, per sporco particolarmente ostinato su medie superfici. Le KA sono adatte anche ad uso più gravoso, soprattutto nei modelli 4000 e 5000 che vantano un motore trifasico.

Blue static/portable Series

Le idropulitrici della Blue Series Static/portable hanno come caratteristica comune la mancanza di ruote ma al contempo l’estrema maneggevolezza e facilità di trasporto. I modelli STATIC nascono per garantire un’estrema stabilità grazie alla possibilità del fissaggio a muro, ma possono anche essere sfruttate in mobilità grazie alla possibilità di utilizzo a terra. La duttilità del prodotto è evidenziata soprattutto se accessoriata con l’avvolgitubo (di serie nei modelli STATIC 1700-1900, optional per K 250 STATIC).
Grazie a queste particolarità, le STATIC 1700-1900 vengono consigliate solitamente nelle abitazioni con garage. Le K 250 STATIC sono invece perfette per gli ambienti alimentari (macellerie e industria casearie) e nelle officine meccaniche.

I modelli PORTABLE come dice il nome stesso sono facilmente trasportabili e compatti, dotati sia di motore elettrico (KR portable/K Premium Pick-up) che a scoppio (ETM). I tre modelli della gamma si adattano a tutte le tipologie di utilizzo. La KR portable è ideale per utilizzo domestico, l’ETM è adibita ad un uso semiprofessionale, mentre la K Premium pick-up è ideale per uso professionale, in particolare in officine ed autolavaggi, grazie anche allo Static kit che ne consente il fissaggio a muro.

Blue series professional

Le idropulitrici della Blue Series Professional sono macchine per un uso continuativo.
La K 200 rappresenta l’entry level del prodotto professionale a freddo, è un modello adatto al professionista esigente che usa l’idropulitrice in modo continuativo ma non troppo gravoso.
I modelli K 250 e K PREMIUM, entrambi dotati di Total Stop ritardato, nascono espressamente per un uso continuativo gravoso (es. autolavaggi).

La K 250, uno dei prodotti Comet più apprezzati sul mercato per design e performances, sfrutta la potenza della Pompa COMET LW-K 250, con 3 pistoni in ceramica integrale, visore livello olio, testata in ottone.

Il modello K premium grazie all’accoppiamento con bussola sinterizzata tra motore e pompa, alla pompa Comet RW Premium e ai motori sovradimensionati (in rapporto alle prestazioni sviluppate dalla pompa) garantisce un’affidabilità unica nel suo genere.

Nuova K250

Blue series K Steel

Le idropulitrici della serie K Steel sono tutti modelli ad acqua fredda per uso professionale continuativo e gravoso, con un telaio in acciaio verniciato e la copertura in acciaio inox (le K STEEL ECO hanno anche il telaio in acciaio inox), dedicati a professionisti esigenti.
I modelli K 891-K991, K 1251-1501 e K XTREME montano pompe Comet Premium, inoltre nei modelli K 1251/1501 e K XTREME l’accoppiamento motore/pompa viene fatto mediante giunto elastico.

All’interno della gamma sono disponibili varie taglie di motori elettrici a 4 poli e 1.400 rpm (con potenze da 3 fino a 30 Hp), tutti con protezione termica e dispositivo teleruttore, con pressioni da 120 a 500 bar e portate d’acqua da 11 l/min a 42 l/min.
Le idropulitrici di questa serie sono indirizzate ai settori dell’edilizia (rimozione intonaco e idrosabbiatura), navale, acciaierie, fonderie, e in tutti gli ambienti dove si rende necessario l’uso di macchine potenti in termini di pressione e portata.

k 1251 ts water cleaners Comet

X-Special cold water

Le idropulitrici della serie X-Special Cold Water sono macchine ad acqua fredda dotate di motori endotermici a 4 tempi (benzina e diesel). Sono ideali per l’utilizzo nei cantieri o in tutte quelle situazioni dove non vi è la corrente elettrica.

La gamma prevede:

  • macchine semi-professionali (FDX 2, FDX WB e PTO), dove l’accoppiamento tra motore e pompa è diretto (3.400 rpm) e vengono utilizzati dei motori LONCIN e HONDA da 6 a 13 Hp
  • macchine professionali (FDX BLADE XL – FDX ENDURANCE), dove l’accoppiamento è fatto con un riduttore di giri (1560 rpm) e vengono utilizzati motori a benzina HONDA fino a 11 Hp o motori diesel YANMAR fino a 13 Hp
  • macchine altamente professionali (FDX XTREME/XTREME XL), dove l’accoppiamento tra motore e pompa è sempre fatto con il riduttore giri (1560 rpm) e i motori a benzina HONDA/VANGUARD e diesel KHOLER arrivano fino a 22 Hp
FDX XTREME XL 700 bar

X-Special hot water

La serie X-Special Hot Water comprende una sola idropulitrice, l’FDX HOT CUBE, oltre a due modelli di generatori mobili di acqua calda (HOT BOX).

L’FDX HOT CUBE è un’unità autonoma per uso professionale continuo, con motore endotermico a benzina HONDA o diesel YANMAR, dotata di una caldaia in acciaio inox ad alte prestazioni per il funzionamento ad acqua calda e vapore fino a 140°

La macchina è consigliata per la cantieristica edile o stradale e per tutti gli utilizzi professionali dove non vi sia la possibilità di allacciamento alla corrente elettrica. È dotata di tutti i requisiti necessari per garantire affidabilità e sicurezza durante l’utilizzo: avviamento elettrico, deceleratore, sistema elettronico di regolazione della temperatura con basso pendolamento del valore impostato, bruciatore azionato dal flussostato e kit comando controllo fiamma.

fdx hot cube idropulitrici Comet

Red series commercial

Le idropulitrici della Red Series Commercial sono adatte per un impiego domestico e semiprofessionale.
Il modello PATRIOT, pur essendo l’entry level della gamma ad acqua calda, ha caratteristiche costruttive al di sopra della media del mercato. In particolare, il modello 150 Gold ha la pompa con testata in ottone e la valvola di sicurezza sulla caldaia, ed è un prodotto indicato per un uso abbastanza frequente su superfici di medie dimensioni con sporco abbastanza resistente.

I modelli SCOUT possono essere utilizzati anche per un uso frequente e con sporco particolarmente ostinato su medie/grandi superfici, grazie alle consistenti prestazioni in termini di pressione/portata e alla motopompa con testata in ottone. La macchina viene consigliata al privato esigente e agli artigiani (meccanici, carrozzieri, idraulici, etc.) che utilizzano l’idropulitrice frequentemente ma non modo continuativo.

Red series professional

Le idropulitrici della Red Series Professional rappresentano la migliore offerta del mercato professionale in termini di prestazioni e qualità costruttiva.
Con le KP e KP PRO abbiamo introdotto due modelli con motorizzazioni elettriche monofase e trifase di prima fascia, adatte ad un utilizzo professionale non gravoso.
I modelli KM sono invece macchine strutturalmente e concettualmente progettate per un uso professionale continuo: la vastità di gamma con i modelli monofase o trifase e i le possibilità di personalizzazione con vaschetta dell’acqua, cisterna anticalcare e controlli elettronici, rappresentano quanto di meglio oggi sia disponibile sul mercato.

Le KF e le KF STEEL sono infine le versioni ‘’top di gamma’’ di tutta la produzione Comet.
Riprendono i concetti costruttivi delle KM ma hanno delle caratteristiche tecniche che le rendono adatte anche per l’uso professionale gravoso e continuativo (pompe Comet Premium, gruppi ventilazione indipendenti e caldaie ad alta qualità).

Scarica la Guida | Pompe a membrana:  Installazione Diagnostica e Risoluzione dei Problemi

Come funziona un’idropulitrice

In questo schema vediamo per grandi linee come funziona un’idropulitrice..

Come funziona una idropulitrice Comet

L’acqua fredda proveniente da una fonte idrica (1) passa attraverso un apposito filtro (3) e viene immessa all’interno della pompa (10), azionata da un motore (11) elettrico o endotermico.
Se l’acqua proviene da una fonte idrica di acqua potabile, prima di arrivare in pompa, deve passare attraverso un dispositivo “Backflow” (2) necessario per impedire eventuali riflussi.
La pompa produce in uscita un getto ad alta pressione, che viene regolato e limitato da una valvola di bypass (12) prima di attraversare un tubo flessibile (13) e di terminare il suo percorso uscendo attraverso una lancia rigida (14) nella cui testina è fissato un ugello (15).
Al flusso d’acqua può essere addizionato un detergente proveniente da un serbatoio (7), la cui introduzione può avvenire a monte (8) o a valle (9) della pompa. Nel caso in cui venga addizionato prima della pompa (in genere su macchine con tanica acqua interna) si parla di erogazione detergente in alta pressione, mentre nel caso (8) in cui venga addizionato dopo la pompa si parla di erogazione detergente in bassa pressione.
In quest’ultimo caso generalmente la pompa è alimentata direttamente (6) dalla fonte idrica (1). Nell’erogazione in bassa pressione (8) il detergente viene aspirato tramite un sistema Venturi e viene generato un ottimo effetto schiuma Nell’erogazione in alta pressione invece il detergente viene essere aspirato semplicemente collegando il tubo del detergente (9) all’aspirazione della pompa, in questo caso non si generano cadute di pressione ma l’effetto schiuma è decisamente più limitato.

I componenti principali di un’idropulitrice sono:

  • Filtro ingresso acqua
    Ogni idropulitrice è collegata ad una fonte idrica da cui attinge l’acqua. Per fermare polvere ed eventuali detriti che potrebbero rovinare la macchina solitamente è presente un filtro di aspirazione che viene posizionato in ingresso.
  • Motore
    Come dicevamo precedentemente, le idropulitrici possono essere alimentate da un motore elettrico (monofase o trifase) o endotermico (benzina o diesel).
  • Pompa a pistoni
    La pompa è il cuore dell’idropulitrice, esistono due tipi principali di pompe: quella assiale (o a pistoni assiali) e quella con triplex (o a pistoni in linea).
  • Valvola di regolazione della pressione (e di bypass)
    Ha come compito principale quello di regolare la pressione della pompa fino al massimo valore impostabile, scaricando (by-pass) il flusso d’acqua in eccesso verso l’ambiente di bassa pressione (in tanica o all’interno della testata stessa). Funge inoltre come valvola di sicurezza in caso di ugello bloccato o di lancia chiusa, sempre grazie allo scarico verso dell’acqua.
  • Manometro
    È un dispositivo che indica la pressione del liquido presente nella testata della pompa. Può avere la cassa in plastica o in acciaio inox e il misuratore interno è immerso in un bagno di glicerina per smorzarne le oscillazioni.
  • Serbatoio del detergente (o lancia detergente)
    A seconda del tipo di idropulitrice, il detergente viene aspirato e miscelato all’acqua da un serbatoio integrato all’idropulitrice, oppure tramite un kit schiumogeno
  • Caldaia
    Sulle idropulitrici a caldo è sempre presente una caldaia, all’interno della quale l’acqua attraversa una serpentina di metallo riscaldata da un bruciatore per poi essere immesso nel tubo di mandata, ad una temperatura compresa usualmente da 90°a 140°a seconda della potenza della caldaia
  • Quadro comandi
    Sui modelli di fascia alta, l’interruttore di accensione è inserito in un quadro comandi che permette di controllare e regolare le funzioni dell’idropulitrice.
  • Cisterna acqua di alimentazione e dispositivo anticalcare
    Alcuni modelli di idropulitrici Comet sono equipaggiate con una tanica interna per l’alimentazione dell’acqua, dotata di galleggiante per il controllo del riempimento. A questa tanica è possibile abbinare un kit anticalcare composto da un serbatoio e da un dosatore elettrico per anticalcare. Durante il funzionamento ad acqua calda il dosatore aspira dal serbatoio il liquido anticalcare e lo immette nella tanica interna dell’acqua, con lo scopo di evitare depositi calcarei all’interno del circuito di mandata dell’idropulitrice.
  • Disconnettore idrico
    Secondo le vigenti Direttive Comunitarie, l’acqua che attraversa un’idropulitrice non è più considerata potabile. Per tale motivo un’idropulitrice non può essere collegata direttamente alla rete d’acqua potabile senza prima avere installato un disconnettore idrico di tipo BA.
    Il BA10 Backflow Preventer di Comet è compatibile con tutte le idropulitrici, svolge questa duplice funzione: proteggere dalle eventuali sanzioni legali e salvaguardare la salute.

Accessori

Tramite una vasta gamma di accessori le idropulitrici possono essere utilizzate per applicazioni e usi differenti. Comet commercializza un ampio catalogo di accessori per idropulitrici sia ad uso domestico che professionale per garantire sempre ottime prestazioni per ogni tipologia di utilizzo.

Pistole

Collegata al tubo di mandata dell’idropulitrice, serve a governare il getto e a determinare attraverso una leva la fuoriuscita o meno dell’acqua. Alla sua estremità è collegata una lancia.
Le pistole con regolatore di flusso permettono anche di modulare la forza del getto d’acqua in uscita, regolando in modo proporzionale la pressione e la portata all’ugello della lancia.

Lance

È un tubo rigido in metallo o in plastica che viene collegato alla pistola con un attacco rapido. Sulla testina all’estremità opposta è fissato l’ugello da cui fuoriesce l’acqua in pressione. Esistono diversi tipi di lance, a seconda del tipo di utilizzo a cui sono destinate: lance ad alta pressione (dritte o angolate) con testina fissa o con regolazione dell’aspirazione detergente per il lavaggio e l’applicazione di detergenti, oppure lance schiumogene dotate di un serbatoio per l’erogazione di detergenti sanificanti. Il detergente miscelato con l’acqua mediante sistema “Venturi genera una schiuma densa ed efficace.
Nella gamma Comet troviamo anche lance sabbianti, particolarmente efficaci per rimuovere ruggine vernice ed incrostazioni; la potenza del getto viene, infatti, amplificata dalla sabbia o bicarbonato aspirati dalla sonda che si miscelano con l’acqua.

Ugelli

L’ugello è un dispositivo progettato per spruzzare l’acqua con una determinata forma e direzione. Gli ugelli possono essere in ottone, acciaio inox o ceramica e si suddividono in base alla forma del getto:

Ugelli a getto concentrato o a grado 0°: l’acqua esce dall’orifizio dell’ugello formando un getto a filo, il cui volume interno è riempito da gocce; è adatto in caso di sporco molto concentrato e resistente.
Ugelli a lama o a ventaglio:
l’acqua esce dall’orifizio formando un getto simile ad un ventaglio, con angolo di apertura normalmente compreso tra i 15°e i 40°, è la soluzione più adatta per la maggior parte delle superfici.
Ugelli rotanti: l’acqua esce dall’orifizio formando un getto conico rotante, dove le gocce sono distribuite solo sulla superficie esterna, migliorando l’effetto pulente. L’azione rotante infatti aumenta la pressione d’impatto sulla superficie.
La scelta dell’ugello più corretto dipende quindi dal suo utilizzo, più la superficie è resistente (e lo sporco è concentrato), minore sarà l’ampiezza dell’angolo di apertura da usare. Viceversa, più è delicata la superficie (o lo sporco superficiale) più sarà indicato un angolo maggiore.

Ogni applicazione ha il suo ugello specifico come gli ugelli per sonde spurgatubi.

Tubi di mandata

È il tubo che collega l’idropulitrice alla pistola. Un tubo ordinario non sarebbe in grado di resistere all’alta pressione generata dal flusso di acqua che lo attraversa. Il tubo di mandata è quindi rinforzato con una o due trecce (metalliche o in materiale plastico) e diversi strati di gomma ad alta densità.

Testine

Le testine hanno una doppia funzionalità, connettono uno o più ugelli contemporaneamente alla lancia e al tempo stesso li protegge da eventuali urti o dalle sollecitazioni esterne, così da limitarne l’usura. In base al tipo di utilizzo o alla necessità è possibile scegliere tra le testine porta ugello, le testine per l’aspirazione del detergente, testine doppi e triple per montare più di un ugello, testine per lance sabbianti e per sonde spurgatubi.

Spazzole e lavasuperfici

Per coprire i diversi ambiti e necessità di pulizia ed igienizzazione le idropulitrici possono essere accessoriate con una gamma completa di spazzole fisse e rotanti ideali per il car-wash oltre a lance lavasuperfici per il lavaggio di ambienti esterni: patio, selciati, muretti. Nella gamma di accessori Comet è anche presente un kit completo per il lavaggio dei panelli solari dotate di prolunga telescopica e lavasuperfici ultraleggera. A richiesta è possibile implementare anche un kit lavagrondaie.

 

Altri accessori

Nella gamma Comet di accessori per idropulitrici domestiche, semi-professionali e professionali, troviamo anche: eiettori, raccordi girevoli, filtri, avvolgi tubo, dosatori detergenti-anticalcare, ed altri accessori dedicati a utilizzi specifici o particolari necessità.

Caratteristiche speciali delle idropulitrici Comet

  • Total Stop
    È una speciale funzione che arresta automaticamente l’idropulitrice con motore elettrico alla chiusura della pistola (assenza flusso d’acqua in mandata pompa) portandola in stand-by. Alla riapertura della pistola, essendo la macchina ancora alimentata in tensione, l’idropulitrice riparte.
    Il dispositivo Total Stop può essere di tipo istantaneo (TSI), se il motore si spegne in contemporanea alla chiusura della pistola, o ritardato (TSR), se il motore si spegne dopo circa 15 secondi dalla chiusura della pistola.
    Per evitare di lasciare la macchina sotto tensione per troppo tempo, in alcuni modelli è previsto un dispositivo di sicurezza (stop generale) che spegne definitivamente la macchina dopo 15 minuti.IMPORTANTE: durante l’arresto in Total Stop l’idropulitrice è a tutti gli effetti operativa.
    Qualora ci si dovesse allontanare durante l’utilizzo è sempre necessario spegnere l’idropulitrice dall’interruttore di accensione, scaricare la pressione residua tirando la leva della pistola e scollegare il cavo elettrico dalla presa di alimentazione. In caso di riavvio spontaneo dalla condizione di Total Stop il problema può essere causato da perdite nel circuito di mandata e ne va quindi controllata l’integrità.
  • Easy start
    Dispositivo che riduce la coppia di spunto della motopompa coadiuvando la partenza del motore elettrico in condizioni di allacciamento precarie, ad esempio in presenza di cali di tensione elettrica.
  • Capacità autoadescante (self priming)
    Alcuni modelli di idropulitrici Comet possono lavorare in auto-adescamento ed essere alimentate da una fonte esterna (es. serbatoio).
  • Valvola termostatica
    Alcuni modelli di idropulitrici Comet sono dotati di valvola termostatica. Questo dispositivo evita il surriscaldamento delle guarnizioni della pompa durante il prolungato funzionamento in by-pass.
Scarica la Guida Comet | Idropulitrici

Consigli utili per utilizzare al meglio la tua idropulitrice

Vuoi ottenere il massimo dalla tua idropulitrice? ecco alcuni consigli utili e qualche piccolo accorgimento:

  1. Per la pulizia di superfici verticali, lavare dal basso verso l’alto e risciacquare dall’alto verso il basso.
  1. Verificare regolarmente la pulizia del filtro acqua in ingresso e dell’ugello sulla lancia
  2. L’utilizzo di una quantità eccessiva di detergente rende più difficile la fase di risciacquo e inquina maggiormente l’ambiente. Meglio non esagerare.
  3. Mantenere l’ugello in posizione inclinata rispetto alla superficie di lavaggio e ad una distanza sufficiente per evitare di danneggiarla.
  4. Evitare sempre di spruzzare l’acqua su impianti di illuminazione o impianti di condizionamento, prese elettriche o prese d‘aria.
  5. Mantenere il getto in movimento per evitare che l’acqua possa rovinare le superfici.
New call-to-action